Home Page

BENVENUTI

Tra le righe di questo blog troverete i video più curiosi, seguiti, cliccati e divertenti del web. Commentate e diteci la vostra opinione. Anche i suggerimenti sono ben accetti.
Buon divertimento e buona visione!

10 febbraio 2012

Le Iene: pedofilo arrestato grazie a Giulio Golia (Video)

Nel corso della puntata di ieri sera de Le Iene su Italia 1 è stato trasmesso un servizio in cui la iena Giulio Golia incastra con un falso incontro un pedofilo adescato in un sito di perversioni sessuali. Ecco il servizio integrale:

video

Nella vita di tutti i giorni era un noto e stimato professionista, ma nella vita privata era un pedofilo che adescava le sue piccole vittime sul web. Stiamo parlando del commercialista barese di 67 anni che ieri sera grazie a un servizio delle Iene è stato smascherato e poi arrestato. L'inchiesta è nata grazie ad una segnalazione da parte di una telespettatrice di un sito in cui è possibile concordare incontri sessuali con bambini di 8 - 9 anni a pagamento. Il commercialista infatti su questo sito aveva programmato con la madre di una ragazzina di 13 anni un incontro sessuale con la figlia per €150. Il pedofilo, dopo un incontro con la madre, era stato invitato in casa della bambina dove si sarebbe consumato l'atto ma ad aspettarlo si è trovato Giulio Golia e i carabinieri che dopo il servizio hanno perquisito la sua abitazione e controllato i suoi PC, dove hanno trovato materiale pedopornografico e foto del barese in atteggiamenti inequivocabili con dei bambini. E' subito scattato l'arresto che è già stato convalidato.

21 commenti:

  1. la sedia elettrica ci vuole solo per perone come lui...che schifo veramente indignato!

    complimenti Giulio il mio idolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo servizio ha indignato un po' tutti ma per fortuna Giulio Golia, oltre a far conoscere un problema importante, è riuscito anche a fare qualcosa di concreto dato che il pedofilo in questione è stato arrestato. Grazie per il tuo commento!

      Elimina
  2. Castrazione chimica, iniezione virus letale che lo uccida piano piano tra atroci sofferenze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, quanta violenza! Ma accetto la tua opinione...

      Elimina
  3. salve ragazzi!!
    E' possibile che posterete il video della seconda parte del servizio trasessa ieri?
    Grazie anticipatamente

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco! Innanzitutto grazie per il tuo "sostegno", fa piacere sapere di essere seguiti con così tanto affetto... Rispondo alla tua domanda: sì, abbiamo in programma di postare anche il video che è stato trasmesso ieri sera. Nel frattempo puoi dare un'occhiata all'inchiesta di ieri della Iena Paolo Trincia sul racket nella provincia di Napoli e il simpatico quiz su Sanremo di Paolo Casciari. Buona visione!

      Elimina
  4. Noi discriminiamo i pedofili come si faceva 1000 anni fa con i gay.
    Se la pedofilia è una malattia perchè l'omosessualità non lo è?
    ci sono uomini a cui piacciono le donne, uomini a cui piacciono gli uomini e uomini a cui piacciono i bambini...a questi ultimi deve essere sicuramente impedito di avere rapporti, ma non arrestati!!!!!!!
    che si facciano cure ormonali por queste persone, cure che gli azzerino il desiderio; ma ripeto non sono persone malate sono solo persone che, giustamente, non vengono accettate dalla società con questa forma di libidine.
    La giustizia italiana condanna un pedofilo a cure ormonali per l'azzeramento del desiderio sessuale...questa dovrebbe essere la massima sentenza di un processo! cosa centra questo vecchietto di quasi settantanni in carcere. E' probabile che nella sua vita abbia fatto sacrifici enormi per famiglia, figlie e nipoti lavorando onestamente fino alla pensione e adesso si trova in un carcere con la più grande vergogna...che ci sia anche discrezione nel processola e nella cura che si dovrà affrontare.
    Questà non è ancora una società pronta a capire problematiche del genere, tutti seguono la maggioranza, tutti estremizzano la maggioranza cercando e trovando il consenso popolare....IO NON SONO D'ACCORDO!
    niorem@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro lettore
      benchè non sia d'accordo col tuo pensiero, il nostro è un blog aperto che permette a chiunque, nei limiti del buon gusto, di
      esprimere opinioni tramite i commenti. Apprezzo il fatto che tu abbia sentito l'esigenza di condividere la tua opinione con gli altri visitatori del blog e, lasciando la tua mail, tu abbia avuto il coraggio di esporti a eventuali critiche che da loro potranno arrivare. Non posso però esimermi dal dirti come la penso, così da chiarire anche la posizione del nostro blog in merito a questo argomento. Omosessualità e pedofilia sono due ambiti diametralmente opposti, in quanto il primo attine alla personalità, il secondo alla perversione sessuale. La differenza sostanziale risiede nel fatto che chi è omosessuale AMA (non necessariamente carnalmente) una persona del suo stesso sesso, mentre un pedofilo ABUSA SESSUALMENTE di un bambino, un minore che non è in grado di scegliere, di decidere e di difendersi ma si limita a SUBIRE una perversione sessuale. Non c'è una legge che impone cosa ci piace a letto, ma la legge deve tutelare tutti quei casi in cui non si è in due a decidere cosa si vuole ma c'è un'imposizione violenta. Stesso discorso per la violenza sessuale nei confronti delle donne e tutti gli altri casi di violenza anche psicologica oltre che fisica. Il motivo per cui questa persona andrà (ci auguriamo) in galera è perchè ha commesso reati come "sfruttamento della prostituzione" (dato che voleva pagare per ricevere un favore sessuale) e pedofilia intesa come violenza sessuale su minore. La proposta che tu hai fatto, di recuperare psicologicamente queste persone, è già una realtà nel nostro paese; sono numerosi i casi in Italia di psicologi e psichiatri che seguono i pedofili nella speranza di un recupero che purtroppo non
      sempre arriva. A differenza di quanto credi si tratta infatti di persone malate, che come tali possono essere seguite e curate. Ripeto,la galera è prevista perchè questa "devianza" porta a commettere reati come quelli sopra citati; non si arresta infatti un pedofilo solo perchè ha "pensieri impuri" te lo assicuro... "Questo vecchietto" come lo hai definito tu, ha rovinato la vita a decine di bambini e alle loro famiglie che per necessità a lui si sono rivolte. E per cosa? Per un basso impulso sessuale. Forse sottovaluti la gravità di ciò che
      questi bambini hanno subito ma prova a metterti nei loro panni piuttosto che in quelli del carnefice... E la "più grande vergogna" che ha subito non sarà mai come l'umiliazione subita dai bambini abusati e tra l'altro questa "vergogna" come la chiami tu, è dovuta al comportamento e alle scelte di questo "vecchietto"...chi è causa del suo mal pianga se stesso!

      Elimina
    2. Caro Niorem, ho visto che poni molti quesiti e molte "proposte" con le quali, permettimi di dirlo(senza urlarlo), io non sono d'accordo, ma proverò lo stesso a rispondere con tutta l'obiettività possibile.
      Intanto vorrei fare una precisazione: la "pedofilia" non è una malattia ma semplicemente una "parafilia" ovvero un disturbo sessuale che prevede una devianza dai comportamenti sociali soliti per ottenere eccitazione(lo sono anche il feticismo e il transessualismo).
      Permettimi di sottolineare quanto poco attinente sia il tuo paragone tra omosessualità, il rapporto tra due individui adulti e consenzienti, e pedofilia, rapporto tra un adulto e un minore(spesso un bambino).
      Se può essere compresa l'attrazione verso individui dello stesso sesso, risulta invece molto difficile comprendere in che modo un adulto possa essere attratto sessualmente da un bambino/a di 3/4 anni. E risulta ancora più difficile non pensare che esso sia realmente una persona che abbia dei disagi gravi.
      Inoltre vorrei focalizzare la tua attenzione su un'ulteriore differenza che emerge tra i due "fenomeni" da te evidenziati: Due persone dello stesso sesso che scelgono di amarsi non avranno alcun tipo di risvolto psicologico dannoso, al contrario di un bambino abusato che, come molti casi di scuola insegnano, resterà segnato a vita.
      Come vedi la differenza è davvero palese.
      Vorrei inoltre affrontare l'altro aspetto, quello giuridico, della questione.
      Per quanto riguarda questo ambito la legge difficilmente ha riconosciuto la pedofilia come vera e propria malattia idonea a riconoscere la scriminante ex art.85 c.p. e di converso raramente è stato riconosciuto al pedofilo alla reclusione in centri specializzati.
      La legge infatti tratta il pedofilo come un detenuto qualunque, ma, a parere di chi scrive, non so se questo sia un bene o un male, dato che la reclusione non dovrebbe avere solo un risvolto punitivo ma anche rieducativo, fine che a mio parere viene vanificato in questo caso: un pedofilo privato della libertà probabilmente uscirà con gli stessi problemi di quando è entrato.
      La legge inoltre, non punisce il rapporto sessuale tra un maggiorenne e un minorenne(che potrebbe anche essere consenziente) bensì tiene d'occhio, come ha perfettamente detto chi ha risposto prima di me, 2 aspetti fondamentali: l'induzione/favoreggiamento della prostituzione e lo scambio/commercio di materiale pedopornografico.E' sufficiente guardare gli articoli 600-bis c.p. e seguenti per rendersene conto, quindi nessuno punisce il "povero vecchietto" perchè va con una minorenne ma per induzione alla prostituzione o per scambio di materiale pedopornografico(oltre naturalmente la violenza sessuale contro chiunque sia perpetrata).
      Perchè la reclusione?La risposta è molto semplice: il "vecchietto" ha creato un DANNO ad un componente della società civile, lo Stato deve nelle sue norme soddisfare due aspetti: 1)punire il comportamento 2)fare in modo che non si ripeta.
      Come vedi con la sola sterilizzazione il primo aspetto sarebbe eluso.Un pò come limitarsi alla disintossicazione di chi, guidando sotto l'effetto di alcool in quanto alcolista, abbia ucciso o ferito un passante. La legge in questo è molto chiara, chi ha sbagliato deve pagare, in seguito lo Stato farà in modo di capire il perchè esso abbia sbagliato.
      Se poi dai un'occhiata in giro vedrai come spesso la sterilizzazione abbia soltanto ritardato il problema e abbia spesso fatto sorgere nuovamente le stesse "voglie" dopo poco tempo, dimostrando che la voglia non è un elemento solo fisico ma anche e sopratutto mentale.
      Per quanto riguarda l'aspetto privacy, ti ricordo che del "vecchietto con famiglia" non è stato mostrato il viso ne rivelato il nome da parte degli inquirenti, proprio a garanzia della sua privacy, che dev'essere preservata sempre e comunque: la gogna mediatica non è fra le sanzioni previste dallo stato.
      Antonio.SdBlogger

      Elimina
    3. antonio non ò neanche voglia di risponderti ma una cosa ti voglio dire se hai dei bambini speriamo che non ti succeda ma se disgraziatamente ti dovesse capitare poi mi scrivi quello che provi!!!! uno che vendeva mobili una volta diceva provare per credere allora si che mi piacerebbe sapere cosa scrivi o commenti auguri pietro

      Elimina
    4. 1)Impara l'italiano.
      2)Non è che solo perchè uno si firma anonimo sono necessariamente io. NIOREM è un'altra persona, se ri prenderai la briga di leggere ciò che ho scritto ti renderai conto che ho proprio risposto a chi non reputava la pedofilia un MALE.
      Sarebbe sufficiente, prima di sparare, quantomeno di inquadrare il bersaglio.Purtroppo come tanti italiani hai sparato a caso.
      Ti rendo la vita piu semplice:
      Niorem è una persona, fdblogger è il gestore, quello che scrive post lunghi sono io e vedrai che sono d'accordo con il tuo disgusto per i pedofili.
      ADIOS.
      ANTONIO.SDBLOGGER

      Elimina
  5. Sul fatto che un omosessuale possa amare mentre un pedofilo no, io da ignorante chiedo il motivo di quest'affermazione!
    Comunque se si legge con attenzione si riesce facilmente a capire quello che ho scritto... a un pedofilo si deve assolutamente vietare in ogni modo la possibilità di avere rapporti (proprio perchè come detto da voi non sarà mai un rapporto consenziente da entrambe le parti, quindi sfocerà in violenza sia fisica che psicologica), ma quello che mi sembra eccessivo e soprattutto inutile è mettere in carcere e "lapidare" una persona con dei gusti sessuali diversi dalla "normalità".
    Un pedofilo che ha commesso abusi dovrebbe essere giudicato e condannato alla pari di uno stupratore di donne/uomini.
    Se poi come in questo caso le prove dei suoi abusi non ci sono ma c'è il rischio, per la sua ormai constata perversione sessuale, ci si dovrebbe limitare all'azzeramento del desiserio o a qualsiasi altra cosa che non gli permetta di eccitarsi il tutto fatto nella più totale discrezione.

    RispondiElimina
  6. Guarda, in questo e in molti altri casi di pedofilia non si è visto nè amore nè affetto ma pulsione sessuale. Penso sia superficiale ridurre la violenza sessuale su minori definendola "gusto sessuale diverso" e come tu auspichi un pedofilio viene già giudicato e condannato alla pari di uno stupratore (come sai c'è il carcere anche per lui, perchè non dovrebbe essere lo stesso per un pedofilo?) con l'aggravante della minore età del soggetto che subisce violenza. In questo caso specifico, se ascolti bene, le prove ci sono eccome: sono state trovate immagini pedopornografiche (e questo sarebbe già un reato) che tra l'altro ritraevano il commercialista in atti sessuali con dei minori. Spero di esserti stata utile...

    RispondiElimina
  7. E' molto semplice la risposta al tuo quesito:
    1)dal punto di vista legale: l'art.609-quater incrimina i rapporti sessuali con infraquattordicenne.Motivazione: al di sotto di una certa soglia di età il soggetto non ha capacità di decisione,per questo tutto è rimesso alla responsabilità del soggetto "capace"(il maggiorenne).
    Responsabilità che comporta diritti e doveri.
    2)Dal punto di vista "morale" l'opinione pubblica condanna e addita il responsabile perchè reo di un atto non "d'amore" ma di "sesso" che, sopratutto per casi limite(bimbi dai 0 ai 15 anni)risulta all'opinione pubblica abominevole.
    Inutile stupirsi delle conseguenze...l'opinione pubblica addita e accusa per molto meno.
    3)Dal punto di vista delle prove: evidentemente non hai seguito la vicenda e non hai nemmeno letto ciò che ho scritto:
    Nessuno ha rivelato il nome dell'indagato, ciononostante sono state ritrovate delle foto in cui si vedeva lui stesso impegnato in atti sessuali con ragazzine, da ciò si è evinto che avesse già dei precedenti.
    4)Se hai visto bene il video,non hai mai sentito pronunciare dal responsabile una sola parola "d'amore" ma semplicemente voglia di soddisfare i suoi impulsi sessuali A PAGAMENTO.
    5)Perchè la reclusione: ti avevo già risposto, approfondisco: la castrazione non è una pena prevista dal nostro stato(contrasterebbe con quanto dettato dalla Costituzione all'art.34)e in molti casi(vedi in Florida) dove è stata applicata ha fallito miseramente.
    Inoltre per ciò che concerne l'ambito privato nella nostra legge la sanzione è economica, per ciò che concerne la vita pubblica la sanzione può anche essere una pena detentiva.
    Tu secondo me hai confuso l'opinione pubblica e lo Stato:
    Lo Stato non condanna moralmente un uomo, lo giudica secondo le proprie leggi, giuste o sbagliate che siano;
    L'opinione pubblica invece lo giudica in base all'esperienza acquisita e, per i reati nei quali è presenta una connotazione morale, la condanna avviene sulla base dei valori personali.
    Inoltre la "lapidazione" come la chiami tu è semplicemente la conseguenza della libertà di opinione di ciascuno, esattamente come è concessa a te è concessa ad altri.E, se proprio guardassi la cosa con obiettività, ti renderesti conto che l'attenzione è stata molto inferiore rispetto a quella riservata ad altri soggetti: non sono stati organizzati modellini da Bruno Vespa, ne salotti a Mattino 5, ne approfondimenti a pomeriggio 5...Guarda il caso Melania Rea-Parolisi, ormai si sa piu di lui che del Presidente del Consiglio avendo anche diffuso la notizia del suo intrattenere rapporti in chat con transessuali.
    Inutile lamentarsi se la propria opinione è minoritaria, ognuno ha il diritto di formarsi una propria convinzione.
    6)In tutti i casi di "uomini che amano i bambini" non c'è mai un bambino contento di essere stato amato, ma un adulto con strascichi molto pesanti.
    Pensi che l'opinione pubblica debba dispiacersi più per un pedofilo detenuto o per una ragazza la cui prima volta è stata a 10 anni?
    Per un pedofilo detenuto o per un adulto che non riesce a relazionarsi con nessuno a causa di un pedofilo che doveva soddisfare i propri istinti animali?
    Evidentemente il 98% degli italiani non ama stare dalla parte del "lupo di Fedro".
    Risottolineo per precisare:
    Amare un bambino è VIETATO perchè essendo l'"amato" privo di capacità di decidere se ricambiare o meno il tuo "amore" l'atto è equiparabile SEMPRE e COMUNQUE ad una violenza sessuale.
    Se poi tu riesci a restare impassibile di fronte a avvenimenti di questo tipo(PAGARE PER UNA BAMBINA) e il 98% della popolazione italiana no, non puoi stupirti ne pretendere alcunchè...
    E' la Libertà di Pensiero baby.

    RispondiElimina
  8. Ringrazio tutti quelli che hanno deciso di commentare e chi, spero continuerà a farlo. Continuate così ragazzi, creare dei dibattiti e riuscire a far esprimere pareri tramite questo blog ci fa molto piacere.

    RispondiElimina
  9. non hanno capito che devono castrarli senza anestesia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certe cose in Italia non si capiranno mai...

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. Io penso che ogbi genere di atto sessuale con bambini di ogni età, sesso orale o qualsiasi cosa sia una cosa orribile, il videosopra per esempio, mi ha fatto schifo, e penso che chiunque si opponga all' idea dell' arresto di questi arresti, lo dica perché anche lui é così, non tutti ma la maggiorparte di sicuro. Per esempio, i gay perché non sono arrestati, perché loro non abusano di bambini in casa di altri, provocando un trauma nella mente del bambino sottotoposto a cose simili, e poi anche se lo facessero tra di loro, sarebbe normale perché loro due si amano, invece un pedofilo che non conosce e non ha mai visto la bambina o bambino, perché ora si é anche più volgari con quelli dello stesso sesso, viene e penetra o prova stimolo sessuale con esso, vi pare normale tutto cio? Dovrebbero fare dei rimedi anche, ma minimo qualche anno di prigione se lo meritano questi cani, sono stronzi in cerca di bambine da abusare e ...? Valgono meno di un pezzo di merda i tipi così, infatti, credono che qualsiasi bambino provocchino si metta a fare la puttana con loro, ma che credono? So che questo linguaggio é a dir poco pesante, ma con il permesso, sto esagerando nel ritenerli così, hanno dignità,hanno una reputazione da mantenere, hanno una mente questi quà per ragionare? Io mi congratuo con Giulio Golia, che é stato eccellente, e spero che altre persone di questo genere facciano una fine anche mille volte più brutta di questo quasi settantenne in cerca di povere ragazzine, costrette a soffrire per colpa deigenitori che non le proteggono... Non che io abbia parlato così dei gay perché sia dalla loro parte, anzi a me fanno anche schifo e più, ma chi ha più dignita ( se ce ne hanno ) i gay, o i pedofili?

    RispondiElimina
  11. Io sono sollevata, contenta e orgogliosa di quello che Golia ha fatto,però non riersco proprio ad accettare il fatto che non ha portato dai carabinieri l'altro pedofilo che aveva molestato via cellulare un'altra ragazzinain qualche puntata fa,non so se ti è capitato di vederla.....In quel caso l'incontro era stato filmato ed erano presenti anche i genitori!

    Grazie per aver diffuso il video!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzitutto grazie a te per il tuo commento... Abbiamo pubblicato questo video per amore di cronaca perché si è parlato di questo caso anche al di fuori de Le Iene; il lavoro di Giulio Golia è stato egregio anche se di fatto il servizio che a realizzato, da solo, non sarebbe bastato per un eventuale arresto. Per quanto riguarda l'altro video di cui parli, in questo momento non ricordo quale sia ma potresti darmi altri suggerimenti per capire qual è così da poterlo pubblicare.

      Elimina

Grazie per il tuo commento! Condividi il blog su facebook e twitter e diventa un lettore fisso...